Mar 062014
 

Con inFORMIAMO, l’ Associazione Nazionale Dentisti Italiani promuove una interessante iniziativa per istruire ed informare i Pazienti in maniera corretta e scientifica, in merito all’Implantologia dentale.

 

Intervista al Dottor Mario Roccuzzo 
TORINO CRONACA del 26 febbraio 2014
Speciale salute e benessere 33
 

L’implantologia dentaria è materia assai discussa anche, ma non solo, per le implicazioni economiche legate a questo tipo di terapia.

Oggi affrontiamo l’argomento con il Dottor Mario Roccuzzo, esperto in implantologia di fama internazionale e socio dell’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (Andi). Un tema complesso che merita di essere conosciuto più da vicino dai pazienti quello dell’implantologia dentaria. Per questo motivo a Torino, nel novembre scorso, in occasione della giornata di studio intitolato “Gli impianti post-estrattivi: indicazioni e limiti, costi e benefici, in cui si sono riuniti i massimi esperti del campo, è stato annunciato il progetto “inFORMIAMO” che ha previsto la stesura di un documento ufficiale rivolto ai pazienti, per fornire loro una semplice, ma corretta informazione circa l’implantologia. Vediamo insieme al dottor Roccuzzo le ragioni di un progetto che interessa noi cittadini.
 www.massimocanonica.it ANDI
Ci spiega le ragioni di “inFORMIAMO”, dottor Mario Roccuzzo?
 “Oggi l’informazione in implantologia a disposizione dei pazienti è poco chiara e spesso contradditoria. In una situazione simile, la comunità scientifica deve a mio parere assumersi la responsabilità di fornire ai pazienti gli strumenti per distinguere la medicina dal marketing.
 
Dai congressi scientifici alle case dei pazienti?
 “ Certamente. Molto spesso mentre gli specialisti si ritrovano per analizzare minimi dettagli procedurali i pazienti vengono bombardati da pubblicità false e tendenziose. I pazienti hanno il diritto di avere a loro disposizione informazioni scientificamente corrette. La giornata di studio che ho organizzato sarebbe stata certamente di grande utilità a livello scientifico, ma solo per i partecipanti. Con la creazione del Decalogo “inFORMIAMO”, ci auguriamo che i pazienti possano “viaggiare informati” prima di sottoporsi a cure costose che, in non pochi casi, sono anche clinicamente poco condivisibili”.

http://www.anditocom.it

FacebookTwitterGoogle+Condividi

 Leave a Reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

(required)

(required)